Seleziona una pagina

KUNDALINI YOGA

Kundalini Yoga è uno yoga dinamico, che combina la respirazione con il movimento o la posizione del corpo.

Una disciplina che agisce direttamente sul flusso dell’energia attraverso esercizi di respirazione (pranayama), esercizi fisici dinamici (kriya), posizioni (asana) e meditazione (dhyana).

Cosa aspettarsi in una lezione di Kundalini Yoga?

Si inizia con un breve canto seguito da un riscaldamento per allungare la colonna vertebrale e migliorare la flessibilità.

Il lavoro principale della lezione si svolge attraverso una specifica sequenza di posizioni, suoni e respirazione che portano ad una serie di cambiamenti mirati che avvengono simultaneamente nella mente, nel corpo e nello spirito.

A termine della sequenza, segue il rilassamento che stabilizza il campo magnetico. La lezione si conclude con una meditazione e la canzone di chiusura.

Cosa portare con se?

I praticanti di Kundalini spesso indossano vestiti bianchi e un copricapo, ma non c’è nessun obbligo particolare.

Basta indossare abiti comodi, meglio se di fibre naturali e colore chiaro… e che coprano il corpo in modo adeguato!

Un tappetino in fibra naturale o pelle di pecora, un cuscino e una copertina personali (così sai di chi sono!) Il centro potrà fornirli temporaneamente: nel caso portare un telo copri materassino.

Una bottiglietta d’acqua.

Come posso iniziare?

La prima lezione di prova va concordata con l’insegnante e sarà gratuita.

A seguito potrai iscriverti al corso di tua scelta, e all’associazione, con un semplice modulo di autocertificazione (vedere programma).

Le lezioni, tenute da insegnanti certificati KRI (Kundalini Research Institute), sono adatte a tutti: dagli avanzati a chi viene a provare questa antica disciplina per la prima volta.

Le lezioni durano 90 minuti.

Perché praticare il Kundalini Yoga?

La mente umana è potenzialmente infinita e creativa, ma nella realtà pratica è limitata. Quindi è necessaria una capacità tecnica attraverso la quale puoi espandere la tua mente, raggiungere l’equilibrio che ti permette di controllare la tua struttura psichica e fare esperienza del tuo Se infinito.

Attraverso il Kundalini Yoga la mente e l’anima avranno un’esperienza diretta di equilibrio, di purificazione e di ispirazione, così da poter sperimentare il proprio infinito potenziale creativo.

In un singolo Kriya puoi immediatamente raggiungere un completo bilanciamento fisico, mentale e spirituale. La bellezza di questo yoga è che basta sedersi, fissare il ritmo del respiro, aggiungere un suono interiore creativo e la mente diventa focalizzata e bilanciata.

Kundalini Yoga è un metodo per diventare niente, così che ogni cosa possa fluire attraverso di te.

Yogi Bhajan

Da dove viene il Kundalini Yoga?

Le antiche scritture indiane delle Upanishad, risalente al V secolo AC, descrivono il kundalini, anche se la tradizione orale ha origini ancora più antiche. Per migliaia di anni, questa sacra scienza e tecnologia era velata nel segreto, tramandata direttamente dal Maestro al discepolo prescelto.

Nel 1969 Yogi Bhajan, Maestro di Kundalini Yoga dall’età di 16 anni, arrivò negli Stati Uniti e fondò l’ONLUS: “3HO” (Healthy, Happy, Holy Organization) con lo scopo di introdurre questo yoga per la prima volta ad un pubblico più vasto.

Nel 1971 creò la “Kundalini Research Institute” (KRI) che formalizza la certificazione e l’insegnamento a livello internazionale.

Pranayama: la respirazione.
Il respiro ha un ruolo centrale e viene usato e guidato consapevolmente in tutti gli esercizi. Attraverso l’uso di differenti tecniche di respirazione si può avere la possibilità di riconoscere, diventare consapevoli e risolvere i propri blocchi; e così incontrare una diversa e nuova consapevolezza di sè.

Il respiro ha il ruolo fondamentale di riossigenare e ripulire il sangue e quindi disintossicare velocemente il corpo, rimuovere i blocchi emotivi e fisici.

Asana: posizioni ed esercizi.
Nel Kundalini Yoga esistono circa cinquanta posizioni di base, le quali vengono proposte in diverse varianti e sequenze (kriya), dove non solo gli esercizi ma anche l’ordine in cui vengono svolti, contribuiscono a creare uno specifico effetto.

Il Kundalini Yoga è la scienza degli angoli.
Nelle posizioni si usano, angolazioni precise attraverso le quali si stimolano i canali di energia (nadi), gli organi e diversi aspetti (anche emozionali) dell’essere umano. Questi esercizi vengono insegnati e praticati in modo preciso, consapevole e con attenzione.

Con questa pratica il corpo acquista una postura corretta ed una maggiore flessibilità. Si sviluppa nella persona una dinamica naturale del corpo, una maggiore consapevolezza di se stessi ed una visione più rilassata della propria vita.

Il Rilassamento: un momento importante ed indispensabile.
Attraverso il rilassamento (guidato dall’insegnante e accompagnato dalle musiche dei Mantra), lasciamo fluire liberamente l’energia che abbiamo stimolato con gli esercizi e diamo la possibilità al corpo di “organizzarla” nel modo in cui necessita; riscopriamo così la naturale capacità del nostro intero sistema di curare se stesso.

Dhyana: la meditazione.
Serve a rilassare la mente, a ricercare e fissare diversi stati di coscienza, ad elaborare in modo specifico diversi tipi di problemi. La nostra mente procede sempre nel suo “programma” interiore di associazioni, dolori, pianificazioni, discriminazioni e così via; di conseguenza noi non riusciamo più a goderci un pò di calma.

Visto che non è possibile fermare i pensieri a comando, usiamo varie tecniche di meditazione che rilassano la mente portando la sua attenzione ad un punto preciso e attraverso la respirazione o la ripetizione del suono (mantra) si può arrivare ad uno stato di silenzio.

Kriya: la sequenza.
La parola kriya significa azione. Si tratta di un’azione che porta ad una manifestazione completa come un seme porta ad un fiore, un pensiero in realtà; un desiderio di impegnarsi.

Nel Kundalini Yoga un kriya è una serie di posizioni, respirazione e suoni che lavorano verso un risultato specifico.

Praticare un kriya avvia una sequenza di cambiamenti fisici e mentali che influenzano il corpo, la mente e lo spirito simultaneamente. Ci sono kriya che sostengono il fegato, l’equilibrio del sistema ghiandolare, che vi rendono radiosi, stimolano l’ipofisi, aumentano la flessibilità della colonna vertebrale, e molto ancora.

Ogni kriya ha un effetto diverso, ma tutti lavorano su tutti i livelli del vostro essere.

Vuoi saperne di più su Kundalini Yoga?

Usa il modulo qui sotto per mandarci una mail con le tue richieste.

Contattaci